Bye 2023: welcome 2024

Capodanno 2024
Condividi Ora l'Articolo:

Bye 2023: welcome 2024. Salutare un anno difficile in amicizia e lentezza, in modo semplice e puro,  come i quaderni dei bambini dove ci sono tanti colori e poche domande.
Ripercorrere l’anno trascorso non insistendo troppo sui nodi ancora da sciogliere, sulle ferite che ha lasciato, profonde e tangibili, ma tesa all’anno che verrà in modo che solo il 2024 possa parlare.
Semplificare. La mia parola dell’anno.
Il facile è difficilissimo. Il semplice è complicatissimo.
Semplificare, vuol dire anche aggiungere leggerezza.

Bye 2023: welcome 2024

Ecco, mi merito un 2024 come ho voltato le spalle al 2023: in leggerezza, cavalcando uno tsunami di cambia-menti positivi!
Semplice, ma non vuota.
Magari in tre…, come stasera.
Gli amici di sempre e quello ritrovato, nel tempo, ma che non sbaglia mai un clic con le sue fotografie.
La colazione del 31 con una donna dal cuore puro e la corsa bizzarra per portarle qualcosa di buono per lei.
Gli sms che rimandi sempre e poi recuperi il giusto tempo per inviarli, ma col cuore.
Capodanno 2024

Capodanno

Ho chiuso il 2023 dandomi tanto valore e arrivando ad interrompere del tutto una sfida lavorativa per iniziarne un’altra a giorni.
E poi quel messaggio di auguri da lontano, ma con un carico di emozioni tra presente e futuro.
Le video chiamate da Modena.
I messaggi vocali, sempre presenti e costanti, che mi hanno accompagnata, giorno dopo giorno, in un percorso iniziato in un tardo e turbolento 2023 che merita, davvero, di continuare, fino in fondo.
La prima telefonata dell’anno di Marina.
Il primo sms a colori.
La seconda telefonata, inaspettata, con un gongyo improvvisato e tanta energia, da assonnate e ancora in pigiama.
La tradizionale riunione di Capodanno in casa.
In tutto questo movimento lento, ho incontrato, sulla porta, i miei nuovi vicini di casa, di quella che era tua, il nostro rifugio, facendomi trasalire. Che dire, continui a mancarmi come allora, Presi. Ogni giorno. Oggi, anche di più.
E, allora, non mi resta che imparare a sentirti accanto a me, dietro e davanti a me, ancora di più.

L’anno che verrà  

Che severi allenatori questi ultimi! Per questo 2023 che se ne va, solo una cosa c’è da dire: “Bye bye”. Al 2024 che arriva invece direi: “Comportati bene e non fare come il 2023 (e 2021 e 2022)”.

Per questo nuovo anno mi auguro ponti, vertigini e orizzonti. E…di ricominciare, che verbo difficile e, al tempo stesso, intrigante.

Capodanno

Caro 2024, ora tocca a te…


Condividi Ora l'Articolo:

6 Comments

  • Matteo 2 mesi Ago

    Cara Milena… mi fa enormemente piacere leggerti qui… dopo
    tanto tempo… il mio bene per te è infinito… e dal cuore, ti auguro un 2024 in cui, per te, ci siano, prima di tutto la salute, poi ogni bene per te e tanta serenità…
    Te lo meriti, perché sei una persona meravigliosa… unica…
    Ti abbraccio forte forte

    Matteo

    Rispondi

    • Milena Sala 2 mesi Ago

      Caro maestro, sono tornata dai miei letarghi, ma il piacere è sempre mio, leggerti e ascoltarti. Un anno nuovo da riscrivere e un cuore in pace per noi. Ti abbracciamo forte. Noi due.

      Rispondi

  • Monica Ascari 2 mesi Ago

    Sono contenta di leggerti ,si sente tanta forza e voglia di fare ,trasmetti sempre tanta emozione ,ti auguro che questo 2024 ti porti tutti i tuoi desideri ,e continua a scrivere e a farci sognare, ti voglio bene.

    Rispondi

    • Milena Sala 2 mesi Ago

      E’ quello che speravo passasse, tutta la mia grinta e fragilità. Un 2024 nuovo, per noi. Ti voglio bene.

      Rispondi

  • Capillupo Manuela 2 mesi Ago

    Ciao Milena, per ogni fine c’è sempre un inizio che racchiude la speranza di giorni migliori .In questo inizio di anno ti auguro di raccogliere le tue energie migliori per proseguire il tuo cammino di vita con serenità e raccogliere i frutti della tua resilienza, sia in ambito lavorativo che personale .Indietro non si può tornare, adesso abbi cura di te e della tua salute.Un abbraccio 💝

    Rispondi

Lascia un commento